//
stai leggendo...
Amore e sesso ai tempi delle chat. Mie riflessioni e (dis)avventure

Droghe da primo appuntamento

Ieri sono uscito con un ragazzo conosciuto tempo fa su Grindr. Mi era sembrato subito intrigante dalle foto, non il classico belloccio, ma sicuramente piacevole. Dopo più di un mese di vicendevoli inseguimenti finalmente siamo riusciti a vederci. Come mi piace fare d’estate (ne ho parlato lo scorso anno nel post Primo appuntamento: dimmi come mangi il gelato e saprò se sei quello giusto), l’ho invitato a prenderci un gelato.

E’ un bel manzotto: ben messo fisicamente, occhi scuri e profondi, carnagione olivastra, un naso irregolare da pugile (amo i nasi così) e i capelli rasati (quel tipo di rasatura che si fa chi si è arreso alla perdita parziale di capelli ma che comunque non è brutta da vedere), maschile, dai modi posati e tranquilli. Fa un lavoro serio (robe noiose…tipo banca o assicurazione).

Ci siamo seduti in una panchina vicino a Porta Venezia e abbiamo fatto quattro chiacchiere. Diciamo che gli argomenti di conversazione non sono stati molto “ordinari”. Siamo partiti bene parlando dei rispettivi lavori, ma presto il tema si è spostato (non chiedetemi come) sul successo che hanno i trans e le marchette gay a Milano e poi la grande diffusione coppie gay aperte. Non che sia un argomento taboo, ma in genere ti aspetteresti qualcosa di più tradizionale per un primo appuntamento… non dico che dobbiamo parlare solo dei rispettivi segni zodiacali o del nostro colore preferito, ma tra questo e le vicende sessuali atipiche della vita gay milanese ce ne passa.

Da sesso era impossibile non passare a un altro argomento perfetto per il primo appuntamento: le droghe. Il tema spunta fuori parlando delle vicende sessuali tipiche della Milano gay, dato che spesso la gente fa uso di alcune sostanze per amplificare la propria esperienza libidinosa. Con una gran nonchalance, dietro cui si cela una curiosità a dir poco investigativa da parte mia, gli chiedo come se fosse la cosa più ordinaria del mondo: “Ma tu fai uso di droghe?”.

In un primo momento mi guarda con sospetto, come se volesse capire se dietro la mia domanda si nasconde il desiderio di giudicarlo o solo una banale curiosità. Si ferma qualche secondo e poi mi dice “Ne ho provate alcune in passato”. Da questo momento in poi assume l’aria saggia tipica di un professore universitario e inizia l’elenco di droghe da lui provate, accompagnate da una puntigliosa spiegazione degli effetti. Arrivati alla terza droga la mia espressione era qualcosa del genere…

Non sarei mai in grado di rispiegare tutto quello che ho sentito, ma posso fare un breve riassunto delle cose principali che è bene sapere e che ho scoperto (dato che io non faccio uso di droghe sembrerò sicuramente molto ingenuo).

Il GHB, noto anche con l’affettuosa abbreviazione “il G”.

GHB GayE’ noto anche come la droga dello stupro. Cosa ti succede? Oltre a farti sentire bene ed euforico, aumenta un sacco il desiderio sessuale…in pratica ti faresti qualsiasi cosa ti trovi davanti. Il giorno dopo non ti ricorderai nulla però. Quindi è pericolosissimo perchè potresti ritrovarti a fare sesso non protetto. E’ liquido, incolore e inodore, basta qualche goccia in un bicchiere d’acqua: quindi la gente può mettertelo nel bicchiere senza che tu te ne accorga, infatti ci sono stati tanti casi di cronaca in passato di donne che venivano stuprate dopo aver bevuto a loro insaputa il G sciolto nel bicchiere da qualche malintenzionato (non bevete mai dai bicchieri degli sconosciuti!). E’ molto pericoloso se assunto con gli alcolici, rischi di finire al pronto soccorso. E’ per quello che quindi in discoteca vedete spesso ragazzi (generalmente quelli muscolosi a petto nudo) che bevono solo acqua: non perchè siano super salutisti che stanno attenti alla dieta anche quando vanno a ballare, ma perchè stanno assumengo il G.

Poi c’è l’MDMA. No, non è l’album di Madonna. Cioè…è anche quello. Ma in realtà nell’accezione originaria si tratta di una droga, quella che più comunemente viene definita ecstasy. Ti manda su di giri, però a differenza del G non ti fa venire quella pazzesca voglia di sesso. E’ una polvere oppure in piccoli pezzettini di carta che vengono chiamati cristalli. Invece mi spiegava che la cocaina se usata in piccole dosi fa allungare le prestazioni sessuali.

Partiamo dal presupposto che non giudico nessuno, però bisogna evitare tutte queste cagate perchè ti spappolano il cervello e fanno malissimo all’organismo.

Il tipello dell’appuntamento da quanto ho capito ha usato droghe in passato, adesso gli capita solo raramente. Almeno così sostiene. Però sentirglielo dire un pochino mi mette tristezza. Guardo quei begli occhioni scuri e mi dispiace, è un ragazzo che sembra avere tutte le cosine a posto, carne da fidanzamento… perchè fare delle cagate del genere? Non è già abbastanza bello il sesso “al naturale” anche senza droghe? Non so cosa pensare, però lui è carino e di sicuro non voglio precludermi di rivederlo solo perchè ha fatto qualche errore in passato.

paccoMi accompagna alla bici. Ci salutiamo. Gli metto la mano sul fianco stando a pochi centimetri da lui, sento il suo bel corpo tonico sotto la mia presa. Gli do un bacio sulla guancia, ci fissiamo dritti negli occhi per qualche secondo. E’ ancora lì davanti a me mentre slego la bici, abbasso lo sguardo per aprire il lucchetto e non posso fare a meno di notare un piacevole gonfiore sotto i suoi pantaloncini. Va beh.. vedi che anche senza droghe è possibile divertirsi?

 

Advertisements

About Ti Voglio Pene

Qualcuno dice che essere gay sia bello. A me piace e lo dico! Scrivo di sesso e di amore ai tempi delle chat, di quanto a volte sia difficile essere gay, di cazzate e di boni stratosferici. Sono il ragazzo della porta accanto... Autore di https://tivogliopene.wordpress.com/

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Chi scrive Ti Voglio Pene?

posts by email.

Join 356 other followers

%d bloggers like this: