//
stai leggendo...
Amore e sesso ai tempi delle chat. Mie riflessioni e (dis)avventure

Coppie gay aperte: avere un terzo è una minaccia o opportunità?

Sesso a tre

Per l’argomento del primo post del 2014 mi sono ispirato a un episodio che mi è successo all’inizio dell’anno: le coppie gay aperte.

Questo tema fa sorgere diverse domande: è così normale e diffuso che due ragazzi che sono fidanzati cerchino la compagnia di un terzo? Succede spesso quando una relazione va avanti da tempo? Capita solo alle coppie gay o anche a quelle etero? E’ il segnale che un rapporto è arrivato al capolinea oppure è un modo per farlo sopravvivere più a lungo? Come fanno le coppie a scegliere e poi conquistare l’ “ospite”?

ATTENZIONE: sappiate che leggendo questo post non troverete la risposta a nessuna delle domande appena elencate.

Uno, due, tre…Grindr!

Partiamo dall’episodio che mi è successo. E’ il primo dell’anno e sto facendo un giro di messaggini di auguri a ex flirt e inciuci vari con intento velatamente investigativo per capire chi nell’ultimo periodo si sia fidanzato e chi è libero. Espediente utile per essere al corrente di quale di questi ex puoi rispolverare nel momento del bisogno. In maniera compulsiva del tutto casuale tra un messaggio e l’altro butto l’occhio su Grindr, fino a quando incappo in un bellissimo ragazzo della mia età (che vi ricordo oscilla tra i 28 e i 32) dagli occhi chiari e un sorriso da attore del cinema. Ci scambiamo alcune foto. E’ fatta: decidiamo di vederci subito. L’appuntamento è nell’hotel dove alloggia: rimaniamo d’accordo che scende all’ingresso quando arrivo lì, ci vediamo di persona, scambiamo quattro chiacchiere e se ci si piace salgo in camera sua. Lo so, è una cosa un po’ losca detta così e soprattutto più volte ho detto che non avrei più fatto sesso in hotel*, ma la coerenza non è proprio la mia caratteristica distintiva e soprattutto… la carne è carne.

Colpo di fulmine…o fulmine a ciel sereno?

L’hotel ha l’ingresso con delle vetrate, io sono lì a due metri dall’entrata e quindi vedo chi dai piani dove si trovano le camere scende alla reception. Non si vede nessuno. Dopo qualche minuto ecco comparire la sua sagoma: è così bello che rimango folgorato, in un solo istante sento nella mia testa la colonna sonora del Tempo delle mele e sono già riuscito a immaginarmi a rallenty alcuni frammenti della nostra vita futura insieme, il colore dei mobili con cui arrederemo l’appartamento, la razza del cane che prenderemo e il colore degli occhi dei nostri figli adottivi.

Tempo quattro secondi e la musica si interrompe bruscamente: dietro di lui cammina un altro uomo, si rivolgono la parola, capisco che stanno scendendo insieme. In men che non si dica me li trovo entrambi di fronte: ci stringiamo la mano, intuisco che sono una coppia in cerca del terzo. Fingo di essere a mio agio, ma sono palesemente sorpreso. La conversazione non è delle migliori: qualche convenevole, alcune banalità e io che ogni tanto balbetto mentre parlo. Approfitto di questi pochi minuti per studiarli entrambi: quello che avevo contattato su Grindr è bello proprio come me lo immaginavo, manzissimo; l’altro non è un brutto uomo, però avrà almeno una decina di anni in più, non è nemmeno lontanamente paragonabile al fidanzato e di sicuro preso singolarmente non avrebbe mai avuto la mia attenzione. Ma è comunque piacevole. Alla fine quello più grande mi guarda dritto negli occhi e mi chiede: “Che ne dici allora, ti va di salire con noi?”.

Rapporti a tre: sì, no, forse. Questo è il dilemma

dilemma

Non ho nulla contro le coppie che cercano il terzo, non sono un bacchettone, come avrà già capito chi ha conosce il blog e ha letto i post Le dieci regole del perfetto trombamico o Il Galateo delle Corna. Però la faccenda mi ha fatto riflettere. Mi capita spesso di sentire parlare o conoscere direttamente ragazzi gay che sono fidanzati e che non disdegnano la compagnia di un ospite all’interno del loro ménage, però ogni volta non posso fare a meno di pensare che io non voglio una storia che non sia esclusiva. Voglio che il mio compagno desideri stare con me e con nessun altro. Questo nel mondo ideale. Poi nella realtà spesso dopo un po’ di tempo subentra la noia all’interno di una relazione e ci si ritrova a ricercare qualche novità da iniettare nella propria routine. Non posso dire che a me non succederà mai e poi mai, però non me lo auguro.

Cercare il terzo: lo fanno solo i gay?

The dreamers

Sinceramente questa roba della coppia aperta non so se sia una cosa che succede di più tra le coppie gay o anche tra gli etero, ma a intuito direi sicuramente più agli omosessuali. La spiegazione è semplice. A due ragazzi gay piacciono gli uomini, quindi è facile: basta trovarne uno che piaccia a entrambi e sono tutti contenti. Per una coppia eterosessuale invece il gioco non è altrettanto semplice. L’uomo vorrà avere come terzo una donna: a meno che non sia un gay latente un uomo non accetterà mai un altro pisello che gli ballonzola davanti in camera da letto. La donna vorrà invece avere come terzo un uomo oppure magari nella migliore delle ipotesi, nel caso lei sia particolarmente curiosa e aperta di vedute, potrebbe anche accettare un’altra patata… ma credo che di donne così disponibili ce ne siano ben poche. Il risultato è che con molta più probabilità la coppia etero che cerca una variante in camera da letto finisca per scegliere un banale tradimento di nascosto piuttosto che un ménage a tre alla luce del sole.

Aprire la coppia al terzo rafforza la relazione?

it depends

Questa domanda non credo abbia una risposta univoca. DIPENDE. Ci sono coppie che riescono a stare insieme anni concedendosi un terzo con cui fare sesso e sembra che questa sia una buona valvola di sfogo e che al tempo stesso rafforzi la complicità tra i due partner; ci sono coppie in cui una eventualità del genere non porta ad altro se non gelosie e tensioni che decretano inevitabilmente la fine del rapporto.

Dopo quanto tempo le coppie cercano un terzo?

LESIDRADiciamocelo chiaramente: non è così assurdo provare attrazione verso altre persone che non siano il proprio compagno, ma dall’attrazione all’azione il passo non deve essere breve. Di sicuro per una coppia gay trovare un terzo non è poi così difficile: tra chart, locali, saune, palestre e chi più ne ha più ne metta le occasioni a volte fanno l’uomo ladro.

Ad alcuni capita di cercare il terzo dopo un anno, ad altri dopo un periodo molto più lungo. Di sicuro se già dopo pochi mesi si cerca di rallegrare il rapporto con una new entry forse è il caso di farsi subito qualche domanda su quanto valga la pena rimanere insieme piuttosto che lasciarsi. Una regola non c’è, dipende da quanto si è (o non è) affiatati a letto e in grado di soddisfarsi reciprocamente oppure da quanto si riesca a trovare altre cose al di là del sesso che permettono di rendere la rendere una relazione davvero stabile ed esclusiva sotto tutti i punti di vista.

Coppie gay aperte: Sì o NO?

Insomma, dopo tutte queste domande: direste sì o no se il vostro ragazzo vi chiedesse di essere una coppia aperta? Ognuno trovi la risposta che lo fa essere più felice. Io alla fine quando mi son visto una coppia aperta davanti e uno dei due mi ha chiesto “Che ne dici allora, ti va di salire con noi?”, ho provato a immaginarmi nei loro panni e una risposta me la sono data.

E poi una risposta l’ho data pure a loro. Volete sapere quale?

* Mi riferisco alla serie di post Ho deciso: mai più sesso occasionale negli hotel

Advertisements

About Ti Voglio Pene

Qualcuno dice che essere gay sia bello. A me piace e lo dico! Scrivo di sesso e di amore ai tempi delle chat, di quanto a volte sia difficile essere gay, di cazzate e di boni stratosferici. Sono il ragazzo della porta accanto... Autore di https://tivogliopene.wordpress.com/

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Chi scrive Ti Voglio Pene?

posts by email.

Join 356 other followers

%d bloggers like this: