//
stai leggendo...
Amore e sesso ai tempi delle chat. Mie riflessioni e (dis)avventure

Come radersi i peli pubici per un uomo: quattro stili

SOTTOTITOLO: Fenomenologia del pelo pubico. Radersi o non radersi i peli pubici?

Questo è il dilemma. L’uomo in genere risponde sì.

L’altro giorno è arrivato inesorabile uno dei momenti che odio di più: quando devo darmi una sistemata ai peli là sotto. Perchè, diciamocelo, anche gli uomini devono accorciarseli.

Ammettiamolo: gli uomini si curano i peli pubici

Faccia a faccia

Il faccia a faccia con le pubenda

Magari a me sembra una cosa assolutamente normale perchè sono gay e perchè vivo in una città come Milano che definirei “pelofobica”, però immagino sia un’esigenza riconosciuta dai più. Soprattutto le donne confermeranno che preferiscono avere a che fare con una quantità moderata di pelame nei momenti intimi.

E poi se sei ben sistemato e curato là sotto, è più facile invogliare il/la partner ad affrontare con piacevole serenità e desiderio il faccia a faccia con le tue pubenda. Insomma: da entrambe le parti c’è tanto di guadagnato se ci si prende cura dell’armamentario fallico.

Geneticamente incapace di prendermi cura del pelo pubico

Io però sono un caso a parte quando devo sistemarmi i peli pubici. Tutti dopo un po’ di volte trovano il proprio modo, un po’ come si impara a farsi la barba quando si ha 14 anni. C’è chi usa il metodo più comodo, chi quello più semplice, quello più veloce, quello più esteticamente convincente. Ognuno trova la strada maestra verso un’adeguata cura del pelo intimo. Tutti, che siano nati negli anni Settanta, Ottanta o Novanta. Tutti, che siano etero o gay. Tutti, eccetto me. Ogni volta nel mio caso il risultato è un disastro dalle fattezze nuove, inaspettate e sorprendenti.

Uomo_col_pube_in_fiammeE badate che non viene fuori un disastro perchè non mi ci metto di impegno. Anzi… viene fuori un disastro perchè – ormai posso darlo per certo – io sono geneticamente incapace di prendermi cura del mio pelo pubico. Se bruciassi i miei peli col fuoco ogni volta forse otterrei un risultato migliore.

Probabilmente c’è un cromosoma speciale che conferisce agli uomini un minimo di senso estetico e di capacità di rendere piacevolmente accogliente la zona dove si cela l’apparecchiatura che abilita la procreazione (questa sì che è selezione naturale!). Ecco, proprio quel cromosoma credo che mi manchi del tutto.

Perchè ogni volta dopo essermi rasato – e sono fortunato perchè di peli ne ho pochi quindi il danno non può che essere ridotto – almeno per dieci giorni non mi posso smutandare davanti a un altro uomo se non voglio coprirmi di ridicolo o farlo scappare a gambe levate.

Freccia

Disastro in zona pube: la freccia verso il basso

Perchè nel mio caso dopo ogni sessione di “acconciatura” pubica la situazione è talmente caotica là sotto che sembra ci sia passato Picasso col rasoio dopo una sbronza epocale. Una volta addirittura, convinto di fare un lavoro di raffinata precisione, mi sono ritrovato senza accorgermene ad avere una sorta di freccia che indicava verso il basso in direzione del mio gingillo. Insomma… una cosa poco allusiva e molto raffinata.

E che investimento ogni volta che devo darmi una sistemata! Almeno venti minuti, utilizzo alternato di lametta, regolatore di peli e una sorta di epilatore stile Silk Epil per alcune zone dove la peluria è debole e facile da strappare; vagonate di pazienza per sopportare il dolore ripetendomi mentalmente “chi bello vuole apparire un poco deve soffrire“.

Gli stili del pelo pubico maschile

Ma questo di cui parlo sopra sono io e mi posso classificare come una rara eccezione.

ceretta-pube-maschileSì, perchè quasi tutto gli altri uomini che vedo nudi sembra che alle superiori invece di fare lezione di educazione fisica facessero un corso di arti estetiche anatomiche applicate con focus su cura armonica del pelo pubico.

Oppure che abbiano un estetista (uomo) personale che passa ogni settimana a casa loro per dare una sistemata tra le cosce.

Lo posso dire perchè, andando in palestra e avendo ogni tanto (quando la fortuna mi assiste) rapporti con altri ragazzi che vanno oltre il limone da teenager in discoteca, di uomini nudi ne vedo abbastanza e quindi ho in mente un’ampia casistica. Quasi sempre trovo uomini dal design pubico ineccepibile, anche se talvolta gli sgorbi non mancano. Ecco quindi gli “stili” di pelo più frequenti in cui mi è capitato di imbattermi.

1) Pube “ad uovo” o “alla Ken”: liscio sopra, sotto e tutto intorno 

Ken1968figureAvete presente i putti (tipo gli angeli)? Non hanno nemmeno un pelo sopra, sotto, sullo scroto…insomma manco a pagarlo. Allo stesso modo gli uomini con “pube ad uovo” o “alla Ken” (il marito frocio di Barbie) sono completamente lisci. Così lisci da far sembrare il loro membro come un verme.

Vantaggio: di sicuro una scelta del genere ha grandi plus in quanto a praticità dato che i peli non si incastrano mai nelle mutande e non rimangono in bocca al partner, che quindi può godere pienamente dell’oralità del rapporto. Inoltre non avere peli fa sembrare più grosso e lungo il membro. Se hai i capelli e i peli rossi, questo è il tuo stile… non hai altra scelta.

Svantaggio: se il pene non è abbastanza grosso, ti può sembrare di avere un rapporto con un bambino che non si è ancora sviluppato.

2) Pelo pubico “quadratino del soldato”

ragazzo pelo pubico

Questa versione è meno estrema della precedente: trattasi di un pelo molto curato e attentamente accorciato. Rimane in pratica una zona di peli molto corti e davvero circoscritta sopra il pene e sotto l’ombelico.

Vantaggi: anche questa è molto agevole dal punto di vista pratico grazie alla scarsa lunghezza del pelo e crea un effetto “ingrandimento” sull’equipaggiamento.

Svantaggi: insesistenti a mio avviso, è la scelta perfetta. L’unica cosa da tener presente è che si può scegliere questa soluzione se c’è armonia con il resto del corpo: è infatti da evitare se hai petto e addome strapelosi, perchè poi sembra che tu sia stato colpito da alopecia pubica. E non sarebbe bello.

3) Pelo pubico “Barbie raperonzolo”

Pelo Pubico BiondoQuesto è lo sfortunato caso di chi ha i peli liscissimi e chiari: se rientri nella categoria o scegli lo stile 1 o 2 descritti sopra, altrimenti ti ritroverai ad avere il pube alla “Barbie Raperonzolo”.

Di cosa si tratta?

In pratica quelli che rientrano in questo gruppo là sotto hanno lunghi peli biondi che ricordano i capelli che aveva la tua Barbie quando eri piccolo. Sicuramente non avrai dimenticato di quando le facevi duemila shampi per poi phonarla e sconvolgerle la chioma con svariate acconciature all’ultimo grido. Il risultato era un ciuffetto biondo dall’aria sintetica e sfibrata. Proprio come il pelo pubico in questione. A me credo ne siano capitati due in tutta la mia vita di questo genere. E sono stati più che sufficienti.

 4) Pelo pubico “Riccio mediterraneo”

Pube riccio

Come già visto al punto 3, anche gli uomini più mediterranei che hanno i peli scuri e vigorosamente riccioli non hanno scelta: devono sempre ricorrere alla soluzione 1 o 2.

Altrimenti si ritrovano ad avere tra le gambe qualcosa che sembra la testa di Kelis, un cespuglio indomabile che rende inaccessibile e introvabile il membro, a meno che il soggetto in questione non abbia ricevuto da Madre Natura una generosissima attrezzatura che renderebbe il pene visibile a kilometri di distanza.

La morale è…

Insomma, ogni uomo ha il suo pube. Ogni pube può avere il suo stile. L’importante è capire quello più adatto guardandosi dentro e fuori le mutande. Tutto il resto verrà da sè.

Advertisements

About Ti Voglio Pene

Qualcuno dice che essere gay sia bello. A me piace e lo dico! Scrivo di sesso e di amore ai tempi delle chat, di quanto a volte sia difficile essere gay, di cazzate e di boni stratosferici. Sono il ragazzo della porta accanto... Autore di https://tivogliopene.wordpress.com/

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Chi scrive Ti Voglio Pene?

posts by email.

Join 356 other followers

%d bloggers like this: